Tracce dei camminatori

/Tracce dei camminatori
Tracce dei camminatori 2018-06-30T16:35:50+00:00

IL PARERE DI CHI C’ERA

Sul Cammino…

Paola (PR)
Suggestivo. Il palcoscenico azzeccatissimo. Molto bravi. Torneremo.
Rossi GPaola
Ciao Gabriele, grazie!
Tiziana
Le mani, grandi, piccole, esili, si uniscono, si lasciano, si stringono, si respingono, si attirano, vibrano. L’energia del perdono ha mille colori, e quanta luce sprigiona…ed è amore puro. Grazie per queste splendide emozioni
Alessandra Bianchi
Grazie di cuore, anzi in un mare di cuori!
Chiara
Nel cielo sorprendentemente azzurro di Canossa come Renzo perdono, e mi perdono, sciolgo il nodo che avvolge il cuore e lo rende duro come pietra.
E diventa morbido come quello di un bambino. Una grazia, una scoperta, una consapevolezza che si materializza oggi, in questo cielo miracoloso di Canossa.
P.S. Parrillo sei stratosferico !!
Maria
E vado, senza giudizio, peso, il perdono è LIBERTA’ dell’anima”
Grazie Gabri
Gianluca
Gioca Ammantata Bellezza Rivelando Illuminanti Evocazioni Lievitano Energie. PS. il ravanatore poetico, acrostico per Gabriele
Valeria
Belle sensazioni in una cornice di sole e di montagne. Da poco lutto in famiglia: è morto il papà di mio marito. Era un letterato che sapeva a memoria quasi tutta la Divina Commedia. Così sentirla recitare è stato molto piacevole. Grazie. Mi è piaciuta molto anche la rappresentazione dei Promessi Sposi . Continua così- Grazie
Lorenza
Lo spettacolo, è stata una grande sorpresa, piacevole e profonda.
E’ stato un grande impegno dell’attore, innovativo, ho sentito che lui aveva tante cose da dire, l’interiore è venuto fuori non solo con le parole ma con i pensieri.
E’ un’iniziativa veramente bella per l’ascoltatore, ha ripercorso e puntato il dito sui sentimenti che l’uomo deve affrontare tutti i giorni. La cattiveria che l’uomo incontra, che dovrebbe superare e perdonare.
Il cattivo che riconosce di esserlo e chiede di essere liberato da questo macigno poiché non riesce a formulare l’anima e il sentimento per il perdono.
Rimangono i pensieri dentro di te, la speranza è di attivarli”.
Grazie
Julie
GRAZIE !! Pace, Serenità, commozione
3 generazioni ad imparare il perdono”
“Canossa è stata SUPER
Andrea
Solo chi sa vivere fuori dal tempo può far rivivere storie del passato.
Solo chi sa vivere la passione può trasmettere emozione, Grazie Gabriele
Manuela
Oggi non tute le parole sono riuscita a cogliere e catturare, ma sono arrivate quelle giuste..quelle che ..inizieranno il mio Cammino del Perdono. Grazie
F.
Il Cammino del Perdono…ne sono venuto a conoscenza quasi per caso..come dice un vecchio detto orientale: “quando l’allievo è pronto, il maestro appare”. Grazie di avermi dato l’opportunità di aggiungere degli altri passi significanti al mio percorso.
PS: e grazie per avermi fatto fare pace con MANZONI !
Chiara
Complimenti per l’interpretazione, un’ora di pura riflessione, su temi antichi ma pur sempre attuali”.
Grazie
Monica
Il perdono cerchio rotondo e zavorre si torna all’inizio sena schegge sassi
e zavorre ad impedire il cammino. Nel per-dono per-diamo l’inciampo ci solleviamo per lasciare nuove orme”
Federica
Perdonare se stessi è molto più difficile che perdonare gli altri.
E prima di perdonare se stessi dobbiamo accettarci con tutti i nostri limiti e difetti. Solo così avremo il cuore libero di far entrare l’altro, i pensieri, le parole e i gesti dell’altro. Desidero che tutto questo entri in me. Il cammino è nell’anima.
Dorina
Quest’esperienza mi è piaciuta”. Mi ha aiutato a riflettere (mi ha dato spunti per riflettere) e per trovare risposte molto difficili, ho ancora molto cammino da fare alle mie domande
F.
Il Cammino del Perdono…ne sono venuto a conoscenza quasi per caso..come dice un vecchio detto orientale: “quando l’allievo è pronto, il maestro appare”. Grazie di avermi dato l’opportunità di aggiungere degli altri passi significanti al mio percorso.
PS: e grazie per avermi fatto fare pace con MANZONI !